Ultime notizie

Video e Fotogallery / Festa dell’Uva, Rione Pallò: “Sensi di Libertà”

Per consentirvi di visualizzare gli scatti curati da Alessio Boschi per Dai Colli Fiorentini ad alta risoluzione e poter scaricare le foto, vi rimandiamo a questo link di Google Drive. Vi chiediamo la cortesia, qualora usaste le immagini per i canali social Facebook e Instagram, di taggare / citare Dai Colli Fiorentini (www.daicollifiorentini.it) come autore della foto 

VISUALIZZA LE FOTO CLICCANDO QUI

Pallò – “Sensi di Libertà”

Davvero interessante, centrata e teatralmente impattante l’idea del rione verde “Sensi di Libertà” ovvero il risveglio dei sensi intorpiditi da due anni di pandemia, limitazioni, sospensioni e annullamenti. Una sfilata attuale, di pari passo alla storia recente della stessa Festa dell’Uva di Impruneta.

Nello spettacolo del rione Pallò in prima linea la biologia dei sensi, nelle difficoltà affrontate qualcosa ha scosso l’umanità, portandola a ridurre i filtri del virtuale, del distacco sociale, sfuggendo così al rischio di una anestesia culturale.

Uno spettacolo che attraversa il tempo con note, versi: sculture realizzate a mano, scenografie industriali e sperimentazione dei costumi, un lezioso barocco-punk condito da sound elettronici ed opera lirica. Un vero e proprio luogo di incontro, e crogiolo di emozioni non filtrate.

Il progetto è stato ideato  da Tullio del Bravo mentre le coreografie sono state curate da Guendalina Pisti, entrambi coadiuvati da tutto il rione, in particolar modo per quanto riguarda l’attività del cantiere dedicata al carro.

Il Rione del Pallò si è aggiudicato la seconda posizione con 49 punti.

Il video della sfilata del rione Pallò, anticipata dalla commovente dedica al presidente storico del rione verde, Luca Gasparri, tristemente scomparso qualche mese fa. Questa edizione, numero 96, è la prima senza Luca. 

 

Redazione

Precedente

Video e Fotogallery / Festa dell’Uva, Rione Le Fornaci: “Giulietta e Romeo”

Successivo

Video e Fotogallery / Festa dell’Uva, Rione Sant’Antonio: “La natura vince ancora”