Ultime notizie

VIDEO / Amatori Antella, sia benedetto il lunedì: tripletta di Dukwa ed eurogol dell’eterno Miccia!

Come in quei locali che propongono insensate cene al contrario, di quelle che partono dal dolce, anche noi, quest’oggi,partiamo dal Finale. Senza, tuttavia, rovinare un gustoso lunedì sera…di quelli che non saggiavamo da tempo.

Aaaaaaaaaa come ci piace questo “calcio prosecco”  – come dice Jack –  che di champagne ha solo l’esterno della bottiglia e che si stappa con l’ignoranza di chi è già briaho. Non ci credete?

Siamo al sesto minuto di recupero, la mezzanotte è vicina ma l’arbitro non sembra accennare ad appisolamenti. Siamo sul 4-3 in favore dell’Antella e la punizione è per il San Lorenzo: cross, il portiere ospite riversatosi in attacco si esibisce in una mezza rovesciata alla Holly e Benji, in tribuna parte l’aritmia cardiaca ad almeno tre spettatori ma….

Incredibile! Il Cerdo c’è, fa il miracolo e respinge, ecco un secondo tentativo…ed ancora il ciuffo più bello degli Amatori si supera, abbracciato dai suoi compagni. E’ solo l’antipasto.

Ripartenza Antella, c’è un rimpallo, Dukwa serve Miccia. E’ fuorigioco…anzi no!
Miccia, abituato al Taxi, prima alza il freno a mano poi riparte. Siamo ai 40 metri, il portiere è dove non dovrebbe stare…nella terra di mezzo. Eccolo il momento più bello della notte amatoriale: Miccia – al secolo Giacomo Becagli – si inventa il pallonetto che vale il 5-3 e fa esplodere l’Antella Stadium.

“Miccia, Miccia, Miccia”.
Tutta la squadra, Lobo e mister compresi, si abbraccia a centrocampo mentre nell’etere si alza il triplice fischio arbitrale…

Che storia ragazzi!

Una conclusione a effetto non poteva precludere una trama per cuori forti.
Primo spunto? Arbitro e assistenti muniti di auricolare che, a metterli uno accanto all’altro, parevano “Il Volo” a cantare in playback!

Secondo elemento degno di nota? Mr. Dukwa che, con quelle scarpe lì, ha spiccato il VOLO. Lui si, per davvero:che partita dello Snejder di via Borro San Giorgio!
E poi, e poi…

Dopo cinque minuti ecco lo 0-1 San Lorenzo, compensato dall’immediato pareggio di MD7.
Al decimo è già 2-1 Antella: il Duro si invola verso la porta, falciato da dietro al limite dell’area, il direttore assegna il rigore. Batte Dukwa e la doppietta è un gioco da ragazzi! 

Verso il 35°, il San Lorenzo sigla il 2-2 con un tap-in ravvicinato ma le emozioni della prima frazione non sono ancora finite. Manca, a suggellare 45 minuti di showtime, il 3-2: Beppe Greco recupera un pallone sulla trequarti, sombrero e passaggio al Duro che, di prima intenzione, si inventa un passaggio illuminante per il collega di reparto.

Ancora lui, Dukwa 7, un tocco, due…qualcuno dalla tribuna sentenzia: “Ecco la tripletta!”.
E’ così: rasoterra a fin di palo e tutti alla bandierina. Una sentenza.

Il secondo tempo potrebbe essere di ordinaria amministrazione quando il Duro – una partita da 8,5 la sua – se ne va sulla fascia e crossando al centro propizia il goffo autogol del 4-2. Senza patemi d’animo, tuttavia, non ci sappiamo stare: merito dell’arbitro che decide di riaprirla. Lui e soltanto lui vede un rigore su mischia in area che vale il 4-3. 

Tutto può ancora succedere.
Tutto succede.
Ve lo abbiamo raccontato sopra…ed è già storia.

 

Precedente

VIDEO / Benigni intona “Il Cantico dei Cantici”: la “blasfemia” dell’amore in diretta nazionale!

Successivo

Amatori, il derby è rosso-verde: le PAGELLE del Grassina