Ultime notizie

Variante di Grassina, il Tribunale sentenzia sull’istanza di riesame presentata da Polistrade: accolta o respinta?

Variante della Chiantigiana o di Grassina: è giunta poche ore fa la sentenza del Tribunale relativamente al ricorso presentato dalla seconda ditta giunta in graduatoria nel corso del bando di gara, la Polistrade. Accolto o respinto?
Respinto. 

Variante di Grassina, il Tar dichiara inammissibile l’istanza di riesame presentata dall’impresa Polistrade (seconda nella graduatoria per l’aggiudicazione dei lavori della Variante alla Chiantigiana) con cui si richiedeva la modifica dell’ordinanza cautelare emessa dal Tar il 21 maggio scorso che rigettava la richiesta di sospensiva dell’aggiudicazione all’impresa Rosi.

In conclusione, l’aggiudicazione dei lavori alla ditta Rosi al momento non viene sospesa in attesa dell’udienza di merito, in programma il prossimo 7 luglio. Polistrade è stata condannata a pagare le spese legali sia alla stazione appaltante (Città metropolitana), sia a favore dei Comuni intervenienti ad opponendum (Bagno a Ripoli, Greve e Impruneta), sia alla contro-interessata (ditta Rosi).

L’istanza di riesame è stata giudicata inammissibile considerato che le circostanze poste da Polistrade alla base della richiesta appaiono non in linea con i motivi di ricorso, che non attengono per nulla all’impossibilità delle imprese componenti l’Rti aggiudicatario a contrattare con la pubblica amministrazione.

Federico Giuliani

Inguaribile calciofilo, cerco di trasmettere la passione per questo sport attraverso ogni articolo ed ogni scatto fotografico.

Precedente

Coronavirus in Toscana, 10 Giugno: età media contagi 44 anni, 12 decessi

Successivo

Incendio al centro commerciale Ponte a Greve: Mediaworld attiva la cassa integrazione