Ultime notizie

Unione Chianti Fiorentino, BUONI SPESA: attivato il percorso per l’assegnazione alle famiglie bisognose

L’Unione comunale del Chianti fiorentino ha attivato in rete il percorso per l’erogazione dei buoni spesa. A seguito delle norme relative al “Buono spesa”, contenute nel DPCM del 28 marzo 2020, i Comuni di Barberino Tavarnelle, Greve in Chianti e San Casciano in Val di Pesa, che gestiscono in Unione le Politiche sociali, hanno avviato e organizzato in maniera condivisa e coordinata l’attività di sostegno alle famiglie in difficoltà nell’ambito della solidarietà alimentare.

“La spesa che non ti lascia solo”, è il messaggio solidale che informa il complesso delle azioni predisposte dall’Unione comunale sull’iniziativa dei buoni spesa. I cittadini che possiedono i requisiti richiesti possono già accedervi e consultare il materiale on line, corredato di informazioni puntuali sui contenuti dell’intervento di supporto, le finalità, i beneficiari, le modalità di accesso.

“In pochi giorni abbiamo messo in moto tutta la macchina organizzativa – dichiarano i sindaci Paolo Sottani, David Baroncelli e Roberto Ciappi – per l’attivazione dei buoni spesa, un’operazione complessa che ha previsto l’individuazione dei criteri di chi ne ha diritto, le modalità di spesa, ci siamo organizzati per costituire un elenco degli esercizi commerciali aderenti. E’ un intervento fondamentale che ci permetterà di restare vicini a chi in questo momento, aggravato dall’emergenza del Coronavirus, soffre dal punto di vista economico e sociale per i bisogni e le criticità che ha visto acuirsi improvvisamente.”

Info e istruzioni per effettuare la richiesta sono disponibili sul sito web dell’Unione www.unionechiantifiorentino.it e sui canali social di ciascun Comune.

APPROFONDIMENTI: IL BUONO SPESA
Il buono spesa è una forma di supporto economico finalizzato all’acquisto di generi di prima necessità. Le famiglie che versano in condizioni di difficoltà a causa del Coronavirus possono accedere a contributi da destinare esclusivamente all’acquisto di generi di prima necessità. Il contributo è una tantum (viene concesso una sola volta) e verrà erogato in relazione al numero di componenti del nucleo familiare.

COSA E’ POSSIBILE ACQUISTARE
Indichiamo le categorie merceologiche che rientrano nei generi di prima necessità:

  • medicinali
  • prodotti alimentari
  • prodotti per l’igiene personale – ivi compresi pannolini, pannoloni, assorbenti
  • prodotti per l’igiene della casa

Sono esclusi gli alcolici.

ATTIVITA’ COMMERCIALI ADERENTI
E’ stato redatto ed è disponibile on line l’elenco degli operatori economici presenti nei Comuni dell’Unione che aderiscono all’iniziativa di sostegno alle famiglie bisognose dove sarà possibile recarsi per l’acquisto. Le attività commerciali sono da indicare nella documentazione del richiedente.

CHI PUO’ USUFRUIRNE
Possono accedere al contributo i cittadini residente con le seguenti caratteristiche:

1) i soggetti individuati dai servizi sociali, ovvero cittadini senza reddito comunque valutati dai servizi sociali, con carattere di priorità

2) i cittadini residenti il cui nucleo familiare non possiede più un reddito sufficiente al sostentamento e che posseggono almeno uno dei seguenti requisiti:

  • perdita del lavoro in conseguenza dell’emergenza;
    • cassa integrazione o similari, disoccupati anche se con NASPI, con altri familiari che hanno avuto una forte riduzione del reddito;
    • partite IVA e piccoli imprenditori, professionisti che hanno drasticamente ridotto il volume d’affari;
    • lavori intermittenti e stagionali che hanno avuto drastiche riduzioni nelle chiamate;
    • caso di malattia grave o decesso di un componente del nucleo familiare legato all’emergenza COVID appena intervenuta che abbia comportato una consistente riduzione del reddito familiare.

Chi ritiene di aver diritto a usufruire del bonus deve presentare la relativa domanda agli Uffici Servizi Sociali e seguire le istruzioni che verranno indicate. Per qualunque informazione, occorre rivolgersi ai recapiti sotto indicati, con le specifiche per ciascun comune.

Le domande dovranno essere compilate digitalmente. Solo in situazioni eccezionali è prevista la compilazione cartacea con il supporto delle associazioni e del personale messo a disposizione dai Comuni.

CHI NON PUO’ ACCEDERE
Sono esclusi dal buono spesa:

  • i nuclei in cui almeno uno dei componenti possiede un reddito valutato adeguato per il sostentamento del nucleo;
  • i percettori di forme di sostegno pubblico di importo mensile superiore a:

◦                     500 euro/mese per 1-2 persone;

◦                     700 euro/mese per 3-4 persone;

◦                     850 oltre le 5 persone.


Per inviare le domande:

  • BARBERINO TAVARNELLE

La domanda deve essere inviata online compilando il form all’indirizzo http://www.unionechiantifiorentino.it/richiesta-buoni-spesabarberinotavarnelle. La domanda verrà completata successivamente al momento del ritiro. Altra modalità è quella telefonica contattando i numeri 055.8050828 – 055.8050886 dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 13,00 martedì e giovedì anche dalle 15,30 alle 17,30. La domanda verrà completata al momento del ritiro dei buoni.

  • GREVE IN CHIANTI

La domanda deve essere compilata online al seguente indirizzo http://www.unionechiantifiorentino.it/richiesta-buonispesa-greve oppure inviata per mail al seguente indirizzo: covid19@comune.greve-in-chianti.fi.it o consegnata all’URP di Greve in Chianti.

INFO: Servizio Sociale, Tel. 055 8545270 dalle ore 9 alle ore 12, dal lunedì al venerdì per info e supporto nella compilazione della modulistica.

COMUNE DI SAN CASCIANO IN VAL DI PESA
La domanda deve essere compilata online al seguente indirizzo: http://www.unionechiantifiorentino.it/richiesta-buonispesa-comune-di-san-casciano-in-val-di-pesa oppure inviata per mail al seguente indirizzo: solidarieta@comune.san-casciano-val-di-pesa.fi.it o consegnata all’URP.

La domanda verrà completata successivamente al momento del ritiro.

INFO:

Servizio Sociale
0558256204 lunedì e venerdì dalle 8,30 alle 13
e.mail: solidarieta@comune.san-casciano-val-di-pesa.fi.it
Ufficio Relazioni con il pubblico
0558256224
dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 12,30
lunedì e giovedì anche dalle 15 alle 18,30

Precedente

Coronavirus, 2 Aprile: i dettagli per Comune, boom di contagi nelle RSA di Bagno a Ripoli (ma non solo)

Successivo

Coronavirus, 3 Aprile: 97 nuovi casi nell’Ausl Toscana Centro (mappa e dettagli)