Ultime notizie

Un pranzo in piazza organizzato dal CCN Il Pozzo d’Impruneta!

Possiamo dire che ad Impruneta abbiamo un gruppo di attività e di commercianti che puntualmente rinnovano e dimostrano un affetto smisurato per questo paese? Sì, possiamo dirlo perché ne abbiamo le prove! Questa volta  abbiamo potuto goderci un pranzo in piazza organizzato dal CCN Il Pozzo Impruneta e bisogna dirlo che i nostri commercianti ogni volta che c’è una manifestazione, sono sempre in prima linea.

Ogni volta che c’è da contribuire in qualcosa, non si tirano mai indietro.
Ogni volta che c’è da mettersi in gioco, si rimboccano le maniche.
Loro non chiaccherano bensì fanno, sono concreti. Organizzano, studiano, pensano, ragionano e poi… E poi sorridono guardandosi, sorridono del loro bel gruppo coeso ed oggi hanno riconfermato quella che è la loro preziosa identità imprunetina.

Oggi, in piazza Buondelmonti, c’è stato un pranzo organizzato dal CCN il Pozzo d’Impruneta finalizzato ad una piccola raccolta fondi per illuminare il nostro paesello nel periodo natalizio. Tanto si sa, alla fine dei conti piace a tutti vedere la piazza e le strade illuminate a dovere e quindi, per affrontare una spesa sostanziosa, hanno pensato a questo evento paesano. In questa domenica il gruppo delle attività e dei commercianti che fanno parte del CCN il Pozzo hanno permesso all’Impruneta di pranzare nella nostra bella piazza, su quei sampietrini che ogni giorno attraversiamo, con lo sguardo rivolto a volti amici ed alla Basilica che veglia su di noi da mattina a sera e sotto al campanile che da sempre scandisce il nostro ritmo quotidiano. Ecco cosa abbiamo potuto fare oggi.

Tutti seduti e un po’ imbacuccati, perché questa domenica autunnale ci ha sorriso col suo vento pungente, ma felici d’esserci ci siamo goduti un pranzetto da leccarsi i baffi.

S’inizia con un antipastino delizioso: flan alle verdure con sopra la fonduta di formaggio che solo a guardarlo faceva venire l’acquolina in bocca, poi arrivano fumanti le crespelle alla Fiorentina e che vi si dice a fare… BONE! Per secondo abbiamo una bella piattata del nostro pezzo forte: i’ Peposo alla fornacina e dulcis in fundo lo Strudel!

Durante il pranzo sono stati venduti molti biglietti della lotteria perché in questo evento non ci siamo fatti mancare proprio niente; la ciliegina sulla torta sono stati i premi gentilmente omaggiati dalle nostri Fornaci C.A.T. : Fornace Carbone Wine Jars, Poggi Ugo Terrecotte, Ricceri Sergio Terrecotte Artistiche, Fornace Pesci Giorgio, Mital Fornace Mariani, Artenova Terrecotte e Fornace Masini.

Oltre a ringraziare quelle persone che s’industriano sempre per regalare ad Impruneta un qualcosa di speciale, questo pranzo è stato possibile grazie alle cuoche che tra una mestolo, una risata ed un bel pentolone pieno di sugo hanno deliziato i palati di tutti. Un grazie immenso va senz’altro al Circolo Cattolico San Giuseppe che ha messo a completa disposizione la cucina coi suoi indispensabili attrezzi.

Il Natale sembra lontano ma è alle porte e quando le luminarie inizieranno ad accendersi per le nostre strade ognuno di noi potrà dire tra sé e sé “anch’io nel mio piccolo ho contrinuito ad illuminare il mio paesello” e so per certo che questo pensiero sarà accompagnato da un sorriso genuino e puro. 

Silvia Colombi

Per molti “scrivere” è solo un semplice verbo transitivo della seconda coniugazione, per me invece è un bisogno, è pura passione. La sensazione di tenere la mia penna preferita tra le dita è una delle cose migliori, rientra nella mia “top 3” insieme al gelato e ad un buon libro dalle pagine un po’ ingiallite. Ognuno ha una propria “fissa”, la mia è scrivere e raccontare, perché quando la penna mi chiama…io rispondo.

Precedente

Coronavirus in Toscana, 10 Ottobre: età media contagi 45 anni, -9 ricoveri

Successivo

Eccellenza, contro il Pontassieve il primo punto del Grassina in stagione!