Ultime notizie

Un pari amaro, ma con una speranza: il Grassina può ripartire da qua

Il 2021 del Grassina si è aperto mercoledì 6 gennaio con una sconfitta opaca contro il Tiferno. Un ko che doveva suscitare una reazione, soprattutto perchè alle porte c’era un’altra gara casalinga, contro un’altra umbra: il Cannara.

E la prestazione di oggi dei rossoverdi lascia decisamente più soddisfazione negli occhi degli addetti ai lavori e sui computer dei tifosi, che da casa hanno potuto seguire in diretta streaming una gara vibrante, anche se sfortunatissima sul finale. Sì, perchè Grassina-Cannara è cronaca di un 2-2 dalle mille sfumature: la prima, il nuovo vestito dei rossoverdi, che si presentano col 3-5-2 e con la coppia Bellini-Marzierli pronta a far sfigurare il tandem offensivo avversario, i pericolosi Bazzoffia-Ubaldi. L’assetto tattico del Grassina sembra poter tenere nei primi venti minuti: Torrini e Marafioti combinano bene a destra così come Benvenuti e Gianneschi sulla sinistra, in area spiovono due cross impattati di testa dal panzer Marzierli, ma il primo si conclude con un tiro centrale ed il secondo scheggia la traversa. Ma al 24′ la doccia fredda: Bazzoffia arriva sul fondo e crossa basso per De Sanctis che col sinistro (deviato) mette dentro il vantaggio per il Cannara. I padroni di casa in rossoverde beneficiano però della superiorità numerica a partire dal 26′, quando Bei (già ammonito) falcia Bellini e rimedia un meritato secondo giallo, lasciando i suoi in dieci per oltre un’ora. Il Grassina prova allora a riaccendere il motore, ma fino all’intervallo l’unica emozione è un tiro da sotto misura di Gianneschi salvato nei pressi della linea dall’umbro Mattia.

Nella ripresa il Grassina pareggia subito: rimpallo in area, Torrini spara col sinistro al volo sotto l’incrocio, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Ci prova Bellini, ma il pallone finisce largo. La pressione dei rossoverdi, in undici contro dieci, trova finalmente sbocco nell’ultimo quarto d’ora: cross di Nuti, colpo di testa perfetto di Marzierli: uno a uno. La vittoria casalinga manca da troppo tempo, l’occasione è troppo ghiotta: Degl’Innocenti pennella un cross per Torrini, il cui colpo di testa è salvato in qualche modo dal portiere rossoblù Lori. Che al 92′ però non può nulla: sventagliata di Degl’Innocenti per Gianneschi, traversone per Marzierli che finisce un cruciverba sulla schiena del diretto marcatore e impatta ancora in gol. Due a uno, doppietta per Marzierli, come contro il Monterosi lo scorso anno. Sembra fatta per la fine del tabù Pazzagli, e invece. Invece all’ultimo respiro viene fischiata una punizione dal limite per gli ospiti, che Moracci trasforma con una deviazione amica in barriera. Due a due al 96′. Game over.

I rossoverdi di Innocenti salgono a dieci punti in classifica col rimpianto per il pari nel finale, ma si tengono stretti la reazione del secondo tempo e si godono la rinascita di Marzierli, tornato al gol dopo il calvario per l’infortunio al ginocchio. Da qua il Grassina può ripartire, come afferma mister Innocenti nel post-gara: “Con una prestazione così possiamo andare a vincere ovunque, non solo a Scandicci la prossima settimana. Resta la rabbia per l’ennesimo episodio sfortunato che ci impedisce di portare a casa i primi tre punti casalinghi, ma i ragazzi hanno fatto una partita enorme. Meritano solo complimenti”.

IL TABELLINO

GRASSINA (3-5-2): Cecchi, Del Lungo, Villagatti, Benvenuti, Marafioti (90’ Baccini), Torrini, Degl’Innocenti, Nuti, Gianneschi, Bellini (90’ Cavaciocchi), Marzierli. A disp.: Petrucci, Matteo, Favilli, Alfarano, Rosi, Candia, Diarrassouba. All.: Matteo Innocenti.

CANNARA (3-5-2): Lori, Bei, Moracci, Orazzo, De Sanctis, Mattia, Lira Ferreira, Bagnolo, Frustini (74’ Lavano), Ubaldi, Bazzoffia (88’ Corrado). A disp.: Cocchini, Cerboni, Brunetti, Jallow, Dedja, Chiacchierini, Felici. All: Antonio Alessandria.

ARBITRO: Mori di La Spezia, coad. da Perali di Chiari e Giacomini di Viterbo.

RETI: 24’ De Sanctis, 77’ e 92’ Marzierli, 96’ Moracci.

NOTE: Espulsi al 26’ Bei per gioco scorretto e al 93’ Mattia per proteste. Ammonito Lira Ferreira. Tiri in porta 5-3. Tiri fuori 3-2. Angoli 6-2. Fuorigioco 4-0. Recuperi 1’+4’.

Lorenzo Topello

Precedente

Di “assistito”…solo la passione! Ufficiale: I “Crampi dì Chianti” diventano Società Sportiva

Successivo

Covid19, 160 contagi nel fiorentino: ecco dove