Ultime notizie

Tornano in classe le Superiori, il sindaco Casini: “Buona la prima per il trasporto scolastico”

Ritorno in classe, questa mattina, per circa 750 studenti dell’ISIS Gobetti Volta appartenenti al primo blocco rientrante “in presenza” in questi primi tre giorni della settimana: come già anticipato dal Dirigente Scolastico Simone Cavari (leggi qui la nostra intervista), gli alunni del Gobetti Volta agevoleranno anche del potenziamento del trasporto pubblico ed avranno un percorso di entrata ed uscita designato per ogni classe sfruttando i 12 accessi della struttura. 
 
A dare il ben tornato ai ragazzi anche l’assessore regionale Stefano Baccelli ed il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini, il quale ha dichiarato:
 
“Buona la prima per il rientro in classe degli studenti fiorentini sul fronte del trasporto scolastico! Tutto si è svolto regolarmente, ordinatamente e senza grosse criticità.
 
È il frutto di un gioco di squadra e di un grande lavoro che negli ultimi mesi ha coinvolto tanti soggetti diversi. A partire dalla Regione Toscana, che con il presidente Eugenio Giani e l’assessore Stefano Baccelli (con cui stamani siamo stati in sopralluogo all’Isis Gobetti-Volta), ha puntato molto sulla riapertura delle scuole, credendo nel “sistema-Toscana” e facendo da regia.
 
Dalla Prefettura che ha egregiamente coordinato i tavoli provinciali, agli enti locali che hanno collaborato in modo fondamentale. Dalla Città Metropolitana, che in questi mesi ha creato uno stretto contatto con le scuole mettendo in campo un potenziamento del servizio senza precedenti con 47 nuovi mezzi e l’organizzazione di stewart e nuovo personale a terra. Fino al coordinamento del sistema di Protezione civile e al mondo del volontariato, ancora una volta essenziale con un’ulteriore prova di generosità.
 
Siamo riusciti a garantire una riapertura regolare delle scuole e il trasporto in sicurezza per tutti gli studenti. Questo, ora più che mai nella fase di emergenza sanitaria, significa garantire loro il diritto allo studio: un aspetto fondamentale che la Toscana e la Città Metropolitana di Firenze hanno messo in campo, distinguendosi a livello nazionale.
 
Adesso lavoreremo per migliorare ulteriormente il servizio, affinando anche le nuove linee di trasporto scolastico secondo le esigenze dei nostri studenti. Il lavoro infatti non termina oggi, ma ci vedrà impegnati fino alla fine dell’anno scolastico per garantire trasporti sempre più efficienti e maggior sicurezza a bordo dei nostri mezzi. Avanti così!”

Matteo Merciai

Precedente

Coronavirus in Toscana, 11 Gennaio: 5.650 tamponi, +24 ricoveri

Successivo

CUR 112, il 1° mese di attività: 45.000 chiamate ricevute, il “pronto” arriva dopo 2 secondi!