Ultime notizie

San Casciano, Il Niccolini in trasferta nell’arena estiva: il programma teatrale di “Effetto Notte”

Il teatro non va in vacanza e continua a far sognare, ad emozionare sotto le stelle e ristabilire il contatto con l’arte scenica nell’incantevole scenario medievale di San Casciano in Val di Pesa. L’arena estiva entro le mura storiche del comune chiantigiano si prepara ad ospitare la stagione ‘in trasferta’ del Teatro comunale Niccolini, frutto della collaborazione consolidata da anni dal Comune e dallo storico partner, Fondazione Toscana Spettacolo, cui è affidata la gestione artistica dello stabile ottocentesco. Sono sei i titoli di matrice prevalentemente toscana, tra teatro e danza, che fanno parte del più ampio cartellone “Effetto Notte”, confezionato dall’amministrazione comunale in tandem con le associazioni del territorio, un carnet di oltre 50 eventi che incanta per la sapiente formula che abbina musica, teatro, cinema, incontri.

Per la prima volta, da mercoledì 23 giugno alle ore 21.30, anche il Niccolini realizzerà la sua alchimia fatta di parole, note e passi, proponendosi in versione outdoor nell’arena che si accende di sera per illuminare la cittadella della Cultura sancascianese, un’area nel cuore medievale del capoluogo dove sono presenti il Museo d’arte Giuliano Ghelli, il Teatro Niccolini, la Biblioteca comunale, la Casa della Associazioni, la sede del Corpo musicale Oreste Carlini.

Avvolti dallo sguardo del cervo di Mario Merz, capolavoro di arte contemporanea permanente, che troneggia sullo skyline delle mura medievali, prende il via il cartellone teatrale di San Casciano, caratterizzato dalla presenza di nomi di prestigio nel panorama artistico nazionale come Alessandro Benvenuti, Arca Azzurra, Compagnia Lombardi-Tiezzi, I sacchi di Sabbia, Gaia Nanni, Gianfranco Pedullà, Adriano Miliani, Rossana Gay.

Il teatro, un settore così importante per la crescita culturale e sociale del nostro paese che per più di un anno è rimasto fermo e inattivo, torna a vivere – sono le parole dell’assessore alla Cultura Maura Masini – con le restrizioni che hanno subito un allentamento e l’intensificazione della campagna vaccinale l’estate ci permetterà di respirare aria nuova e sarà l’occasione per riscoprire il piacere del teatro all’aperto, l’archetipo di quello contemporaneo, che affonda le sue origini nel teatro greco. Grazie alla competenza e alla professionalità dell’ente regionale, specializzato nel settore, Fondazione Toscana Spettacolo, abbiamo il piacere di presentare un cartellone di qualità che riflette l’anima poliedrica del Teatro Niccolini, con proposte che spaziano dal teatro alla danza e nascono da allestimenti originali, prodotti dalle compagnie residenti nello stabile sancascianese”.

“Abbiamo lavorato al fianco dell’Amministrazione comunale per restituire al pubblico la magia del teatro, realizzando un cartellone di proposte che si inseriscono perfettamente nella suggestiva cornice dell’arena estiva – spiega il direttore della Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Patrizia Coletta – La riapertura dei sipari consente finalmente di ricreare quel legame profondo tra artisti, spettatori e luoghi che da sempre caratterizza e rendo unico lo spettacolo dal vivo. Questa estate ci riserva così un atteso momento di ripartenza per le attività teatrali e un nuovo importante capitolo nello storico rapporto di collaborazione tra la Fondazione Toscana Spettacolo e il Comune di San Casciano in Val di Pesa”.

La stagione estiva prende il via domani, 23 giugno alle ore 21.30 (con replica giovedì 24, stessa ora) con la produzione firmata da Arca Azzurra “Panico ma Rosa (dal diario di un non intubabile)” di e con Alessandro Benvenuti. Il giorno dopo, 24 giugno alle ore 18.30, il giardino della biblioteca comunale, adiacente all’arena, ospiterà la presentazione del volume “Ivo il tardivo”, pubblicato nel 2021 da Sarnus. Il testo scritto a più mani, complici di penna Enrico Zoi, Philippe Chellini e lo stesso Benvenuti, presenti all’incontro con il pubblico, offre un’indagine sulla pellicola articolata in due parti. La prima racconta il set attraverso le parole, le immagini e le testimonianze della rinascita del borgo di Castelnuovo de’ Sabbioni fornite anche dagli abitanti che popolavano il set. La seconda descrive l’intreccio e propone una ricostruzione della storia dando spazio ai sottotesti poetici, inconsci, emotivi, esoterici, psicologici, citazionali che arricchiscono la pellicola.

Con l’appuntamento successivo, in programma l’8 luglio alle ore 21.30, prendono vita sul palcoscenico dell’arena emozioni e talenti del teatro-danza nella produzione siglata dalla Compagnia Xe, diretta dalla coreografa italo-americana Julie Ann Anzilotti. Lo spettacolo “Some disordered interior geometries” (parafrasi sul ritrovamento di un corpo) vede l’interpretazione di Paola Bedoni e la partecipazione di Clara Consolandi.

Il 15 luglio alle ore 21.30 i riflettori dell’arena sono puntati su una finestra teatrale dedicata alle celebrazioni dantesche. Si tratta dell’evento “Atlante poetico della Toscana. Viaggio con Dante nei borghi e nelle città. Inferno X canto”, produzione dell’Accademia Mutamenti, Arca Azzurra, Compagnia Lombardi-Tiezzi, I Sacchi di Sabbia. In scena l’attore Andrea Costagli, accompagnato da Sebastian Maccarini al pianoforte.

Il 22 luglio, alle ore 21.30, sarà l’interprete fiorentina Gaia Nanni a dare spettacolo con “Gli ultimi saranno gli ultimi”, produzione del Teatro Popolare d’Arte, per la regia di Gianfranco Pedullà, accompagnata da un intervento di musica dal vivo curato da Gabriele Doria.

Il 29 luglio alle ore 21.30, torna l’Atlante poetico della Toscana. Viaggio con Dante nei borghi e nelle città (Produzione Accademia Mutamenti, Arca Azzurra, Compagnia Lombardi-Tiezzi, I Sacchi di Sabbia) con un focus teatrale sul XXIII Canto del Paradiso, interpretato da Sara Donzelli e Angelo Comisso al piano. Per l’appuntamento conclusivo ancora un omaggio al Sommo Poeta con “Dante: la storia di un uomo del Medioevo” che il Jack & Joe Theatre metterà in scena l’8 agosto alle ore 21.30. Autore e interprete dello spettacolo è Adriano Miliani, supportato nella drammaturgia da Rossana Gay, con l’organizzazione di Mirella Lampertico.

DOVE: Arena estiva: piazza Samonà, ingresso da Via lucardesi 6 – San Casciano in Val di Pesa (Fi)

ORARIO: Inizio spettacoli ore 21.30 (salvo diversa indicazione sul programma). Si prega di arrivare almeno 30 minuti prima dell’inizio dell’evento

INFO E PRENO: Prenotazione obbligatoria: 055 8256388 / 393 9829857teatroniccolini@gmail.com.

Leone Gimignani

Grassinese di nascita, vivo in un territorio ricco di storia, cultura, paesaggi ed iniziative.

Precedente

Covid19, 10 casi in provincia di Firenze: ecco dove

Successivo

CRC Antella: il mese parte alla grande…arriva la cena dello stinco di maiale!