Ultime notizie

Pubblica Assistenza Tavarnuzze: arriva lo sportello di supporto alla prenotazione dei vaccini anti-covid

La Pubblica Assistenza di Tavarnuzze attiva un servizio di aiuto alla prenotazione online per le persone con poca o alcuna dimestichezza con il computer o lo smartphone. In un contesto storico nel quale i computer, gli smartphone ed internet hanno ormai preso il centro del palcoscenico, si ampliano sempre più le difficoltà per tutti coloro che non hanno dimestichezza con la tecnologia. Quando poi tutto ciò diventa la conditio sine qua non per la prenotazione del vaccino anti covid, si rischia oggettivamente il blackout.

Proprio in questo scenario va ad inserirsi la Pubblica Assistenza di Tavarnuzze che,
attraverso uno sportello in via sperimentale con personale dedicato, darà supporto alla prenotazione online per la categoria “Persone” legata all’età anagrafica (sono esclusi i soggetti rientranti nella categoria “Elevata fragilità”).

“Come da sempre anche stavolta – dichiara il Presidente Maurizio Biancalani –
l’Associazione si mette a disposizione della propria comunità rispondendo a quella che abbiamo considerato come profonda criticità. Non possiamo permetterci che chi non in grado di utilizzare un pc o un cellulare di ultima generazione resti fuori dal percorso vaccinale. Siamo orgogliosi di poter dare questo piccolo supporto nella speranza che possa essere davvero un intervento concreto”.

Lo sportello sarà aperto, a partire dal 12 Aprile p.v., nei giorni di Lunedì e Giovedì dalle ore 17 alle ore 18.30 presso i locali della sede di Via della Repubblica 70 a Tavarnuzze.

“Visto il numero di ore che possiamo dedicare a tale servizio e viste le difficoltà legate ai protocolli anti contagio, – prosegue Biancalani – invitiamo ad utilizzare il servizio soltanto coloro che realmente hanno difficoltà ad approcciarsi alle prenotazioni online o che non hanno nessuno, in famiglia o amici, in grado di aiutarli”.

Per prenotare le date di vaccinazione, sempre che nell’occasione vi siano le agende aperte e disponibili sul portale ufficiale della Regione Toscana, sarà necessario recarsi in sede muniti di codice fiscale e numero di cellulare attivo con cellulare stesso presente sul posto in modo da ricevere ed utilizzare il codice che verrà inviato su di esso, necessario per procedere nell’operazione.

Federico Giuliani

Inguaribile calciofilo, cerco di trasmettere la passione per questo sport attraverso ogni articolo ed ogni scatto fotografico.

Precedente

Vaccino anti Covid, le FAQ sull’elevata fragilità

Successivo

A lezione e connessi…fuori dalla scuola: il presidio alla Redi per dire “stop DAD”