Ultime notizie

Pontassieve, due denunce a giovanissimi: ecco perchè!

Un sabato impegnativo per i Carabinieri della Compagnia di Pontassieve che, nel capoluogo comunale, hanno emesso una doppia denuncia a carico di due giovanissimi.

Omissione di soccorso e lesioni stradali

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Pontassieve hanno denunciato a piede libero un 20enne del luogo per guida in stato di ebbrezza, lesioni personali stradali e fuga ed omissione di soccorso a seguito di incidente stradale con feriti.

 

Nella tarda serata di sabato, il ragazzo, peraltro neopatentato, alla guida di un’utilitaria, aveva provocato un sinistro stradale in località Sieci di Pontassieve, impattando contro un’altra vettura condotta da una 32enne fiorentina, che riportava lesioni con prognosi di 7 giorni.

Il giovane, allontanatosi subito dopo dal luogo dell’incidente, grazie alle testimonianze di altri automobilisti che avevano fornito una descrizione del veicolo da lui condotto, era stato poi rintracciato dagli operanti presso la propria abitazione: sottoposto ad accertamento mediante etilometro, lo stesso era stato trovato con un tasso alcolico più di 2 volte superiore ai limiti di legge.

Per lui è così scattata sia la denuncia penale per gli illeciti citati che il ritiro immediato della patente di guida.

 

Detenzione di stupefacenti a fini di spaccio

Sempre nella giornata di sabato, i Carabinieri del Norm della Compagnia di Pontassieve hanno denunciato a piede libero un 19enne di origini indiane per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio.

Il giovane, peraltro già gravato da precedenti specifici per possesso di droga, controllato sabato sera nella sala d’attesa della locale stazione ferroviaria, si è mostrato subito nervoso e preoccupato dalla presenza dei militari.

Sottoposto a perquisizione, gli sono stati rinvenuti indosso circa 15 grammi di marijuana, già suddivisi in dosi, nonché una somma di denaro in contanti, poco meno di 100 €, tutti in banconote di piccolo taglio, verosimile provento dell’attività di spaccio.

Precedente

Scuola Redi, Casini: "Progetto tecnico condiviso. La polemica? Stile di un’opposizione inutile"

Successivo

Esonero Montella: ecco la lettera d’addio di Vincenzo