Ultime notizie

Nuovo DPCM in vigore da venerdì: quali sono le misure di restrizione per la regione Toscana?

Da venerdì 6 novembre entrerà in vigore (almeno fino al 3 dicembre) il nuovo DPCM firmato nella nottata di ieri dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Dal decreto è previsto che l’intero territorio nazionale venga suddiviso in tre zone, ognuna con le proprie misure restrittive: Rossa, Arancione e Gialla

La Toscana sarà compresa tra le regioni colorate di giallo e seguirà quindi le restrizioni previste dall’esecutivo in termini di spostamenti ed apertura delle attività.


Di seguito un riassunto sulle principali misure previste per le unità territoriali che, come la nostra, rientrano nell’area gialla:

  • Sarà vietato circolare all’interno del territorio dalle ore 22 alle ore 5, salvo per comprovati motivi di lavoro, necessità e salute. In tal caso sarà obbligatorio compilare il modulo di autocertificazione fornito dal ministero dell’Interno (riportato nell’articolo) ed esibirlo alle autorità competenti in caso di richiesta.
  • Giorni festivi e prefestivi  chiudono i negozi all’interno dei centri commerciali  salvo quelli di prima necessità come farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, negozi di generi alimentari, tabaccherie ed edicole (interni al centro).
  • Chiusura di musei e mostre
  • Prevista la didattica a distanza per le scuole superiori salvo per gli studenti con disabilità e in cado di uso dei laboratori. Sarà invece in presenza per le scuole d’infanzia, elementari e medie. Anche le università vedranno la didattica a distanza salvo per le matricole e per l’utilizzo dei laboratori.
  • Sospese tutte le prove preselettive che si svolgono in presenza (concorsi pubblici e professionali di abilitazione) fatta eccezione per i concorsi di abilitazione di medici, operatori sanitari e protezione civile
  • Sarà consentito un riempimento dei mezzi di trasporto del solo 50% (salvo quelli scolastici)
  • Sospensione di attività di sale gioco, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie
  • Bar e ristoranti restano aperti fino alle ore 18. Sarà consentito l’asporto fino alle ore 22, mentre per il domicilio non ci saranno restrizioni
  • Resteranno chiuse piscine, palestre, cinema e teatri, mentre continueranno la loro attività i centri sportivi

La permanenza di ogni regione all’interno di una delle tre aree colorate dipenderà dall’aumento o meno del numero di casi.  In caso di miglioramento delle condizioni di rischio (valutato con un monitoraggio periodico dei rappresentanti dell’Istituto Superiore di Sanità) il territorio interessato potrà essere assoggettato a misure meno restrittive.

ECCO IL MODULO DI AUTOCERTIFICAZIONE PER GLI SPOSTAMENTI

Chiara Barlazzi

Nata nel 1998, Sono una studentessa – non sempre ‘modello’ – ma sicuramente un’appassionata di manuali. Cresciuta a ‘pane e curiosità’, amo scoprire e condividere con gli altri ogni piccolezza. Ho una passione sfrenata per la comunicazione politica e per le mille sfaccettature che questa nasconde; ma la scrittura, nella scala delle preferenze, resta sicuramente al primo posto: è il modo migliore con cui da sempre mi esprimo con gli altri.

Precedente

Covid-19 a Bagno a Ripoli, attivati numero telefonico e mail per l’emergenza

Successivo

Il paesello ai tempi dei social…