Ultime notizie

Matrimoni a Impruneta, non solo “in Comune”: ci si potrà sposare anche al Castello di Cafaggio

L’Amministrazione comunale, con un avviso pubblico, aveva aperto la possibilità alle strutture ricettive imprunetine di diventare a tutti gli effetti sedi degli Uffici di Stato Civile dove celebrare matrimoni civili o raccogliere le dichiarazioni di unioni civili.
Solo un’attività ha risposto positivamente e preso in considerazione questa opportunità e ora ha la possibilità di ripartire con questa chance in più, ora che finalmente sono stati autorizzati i banchetti per i matrimoni, sempre con le dovute precauzioni.

Quindi, l’unica struttura della zona autorizzata ad officiare il rito civile con valore legale è il Castello di Cafaggio, in via del Ferrone 58, un piccolo borgo di pregio che produce olio bio e vino IGT Toscana, con ristorante e albergo. Per informazioni tel 055/2012085 – www.castellodicafaggio.com.

L’assessore allo sviluppo economico nonché vicesindaco Matteo Aramini dichiara: “Seppur parlare di matrimoni ancora oggi, causa pandemia, suona strano, era importante dare alle strutture del territorio la possibilità di inserirsi in un mercato che sicuramente, come il passato ci insegna, ritornerà ad alti livelli. Sappiamo quanto Comuni non lontani da Impruneta abbiano investito sul settore del wedding come volano di ricaduta economica per molti portatori di interesse diretti ed indiretti. Anche noi gli abbiamo riservato un ruolo importante all’interno del progetto strategico di sviluppo territoriale”.

Resta confermata la possibilità  di sposarsi o unirsi civilmente anche nella sala Consigliare del Comune. Per tutte le informazioni i link sono:



Matrimonio civile: http://159.213.91.28/Engine/RAServePG.php/P/283710010300/M/288510010608

Unioni civili – link: http://159.213.91.28/Engine/RAServePG.php/P/583810010300/M/288510010608

Matteo Merciai

Precedente

Bagno a Ripoli, una raccolta fondi per sostenere la ripartenza giovanile: è il progetto “UN’ATTIVITA PER TUTTI”

Successivo

Coronavirus in Toscana, 21 Giugno: nessun decesso, età media contagi 36 anni