Ultime notizie

Loggiato del Pellegrino di Impruneta, è tutto vero: sono partiti i lavori! Il sindaco Calamandrei: "Fine prevista per aprile 2020"

Attenzione, avviso agli imprunetini: riportiamo immagini con contenuti sensibili.
Quali? Il Loggiato del Pellegrino di Piazza Buondelmonti con impalcature e reti arancioni indicative di un cantiere attivo. Stentiamo a crederci. Come scrive il sindaco Calamandrei: “Finalmente i lavori sono partiti”, affermazione condita da un punto esclamativo che ben esprime sollievo e sorpresa.
La “volta buona” che citavamo in un articolo del 19 aprile 2016 è giunta: doveva esser “Fine 2016, massimo primi mesi del 2017″, è stato invece l’inizio del 2019 ad inaugurare l’intervento.

E’ lo stesso Calamandrei ad annunciare la novità su Facebook con le seguenti parole: “Dopo una lunga, lunghissima attesa, finalmente i lavori al Loggiato del Pellegrino in piazza Buondelmonti ad Impruneta sono iniziati.
Alcuni ultimi rinvii erano stati concordati per poter avere piazza Buondelmonti libera sia per la Festa dell’Uva, la Fiera Millenaria di San Luca, ed in ultimo il periodo Natalizio.

Ormai da anni tutta la cittadinanza aspettava l’inizio dei lavori, ed in molti ormai diffidavano che ciò potesse accadere. Un progetto importante, un impegno di spesa complessivo di 815.000 euro, finanziato per 680.000 euro dalla Fondazione Ente Cassa di Risparmio di Firenze, e per 135.000 euro dal Comune di Impruneta.

Una volta terminati i lavoriil Loggiato del Pellegrino sarà un altro tassello fondamentale di piazza Buondelmonti.
Il progetto realizzato dallo studio Canali Associati e condiviso anche dalla Soprintendenza, darà ampia possibilità di utilizzo dell’immobile, e potrà portare all’attenzione dei cittadini e dei turisti, tutte le nostre realtà territoriali di pregio proprio nella piazza principale del Paese. Dalla Terracotta di Impruneta, ai Produttori Agricoli (olio, vino e quant’altro), le realtà artigianali e produttive, e perché no, passando anche alle strutture turistico ricettive.
Le idee sono già ben delineate, vanno solo affinate una volta che i lavori saranno terminati.”

Lavori iniziati il 16 gennaio e che si concluderanno previsionalmente il 10 aprile 2020.

Un punto aggregativo importante – continua il sindaco Calamandrei – che negli ultimi anni ha visto solo un utilizzo sporadico a causa di vicende legate all’insalubrità dell’ambiente dovuta alla presenza dei piccioni, ed all’impossibilità di installare una rete protettiva contro tale presenza, e che da anni andava avanti con rimpalli burocratici. Anche il capitolo dei rimpalli burocratici finalmente è chiuso.
Come chiuso con grandi vetrate, diverrà il Loggiato del Pellegrino a fine dei lavori.

 

Matteo Merciai

Precedente

Variante di Grassina, il sindaco Casini: "Confermata la volontà di realizzare l'opera, ruspe in azione entro la fine dell'anno"

Successivo

2° categoria, Cubino inarrestabile: contro i giallo-blu cade anche la capolista Fulgor Castelfranco, vetta acciuffata!