Ultime notizie

La nota DJ Jane Fitz da Londra…all’Antella: con Isoma e Bangerang la piazza “l’è bella”!

L’Antella, nel suo ricambio generazionale in corso nell’ambito delle attività commerciali, è riuscita a proporre una crescita sociale e culturale di assoluto valore. La piazza piena, ormai, non fa più notizia ma è sempre bene sottolinearne bellezza e importanza, rispetto ad anni scorsi che volevano il centro paesano svuotato, estate e inverno.

Nella serata di ieri, un tranquillo martedì di luglio, la collaborazione tra Isoma e Bangerang ha portato in piazza Peruzzi una delle più note deejay della scena underground elettronica del mondo: Jane Fitz, londinese, il cui filo diretto con Firenze l’ha condotta all’Antella, dove ha trovato un luogo “su misura” nel laboratorio musicale di Lorenzo Fortino. 

Dalle 19:00 alle 23:00 di ieri, proprio per il compleanno di Lorenzo, Jane Fitz si è esibita a pochi metri dai tavolini di Bangerang, proponendo musica in sottofondo e promuovendo un dinamismo culturale fuori dai canonici schemi classici. Musica elettronica ed altri generi come spacey house, modern psychedelic techno, trame ambient sotto gli occhi di un Peruzzi finalmente svecchiato. Jane Fitz è deejay da oltre 20 anni, ha un programma radio nella trasmissione inglese Rinse FM ed ha suonato in tutto il mondo: da oggi anche all’Antella, nel comune di Bagno a Ripoli. 

Merito della sua collaborazione con Lorenzo di Isoma, diventata col tempo amicizia:

“Apprezzo da anni la musica di Jane, ho iniziato inviandole dei miei dischi che suonava in radio e nel corso di eventi. La nostra era una corrispondenza mail fino a che, giunta a Firenze, non è venuta a trovarmi in negozio, rimanendo piacevolmente sorpresa da Isoma. Fu lei a proporre un evento live, per il quale, con gran piacere, ho coinvolto Bangerang! 
Oggi, tra me e Jane, c’è amicizia ed un rispetto musicale reciproco”.

Federico Giuliani

Inguaribile calciofilo, cerco di trasmettere la passione per questo sport attraverso ogni articolo ed ogni scatto fotografico.

Precedente

Panzano, l’incontro…con trama: dalla premessa al colpo di scena, le scuole (forse) non se ne vanno!

Successivo

Coronavirus in Toscana, 21 Luglio: contagi in crescita, età media 31 anni