Ultime notizie

Foto e Video / Inaugurato l’HUB Vaccinale alla CDP di Grassina: volontariato e ottima organizzazione! Obiettivo: 900 vaccini al giorno

Fa un certo effetto entrare nella sala-eventi della Casa del Popolo di Grassina, la più grande del genere tra i circoli provinciali fiorentini, e trovarla di nuovo vissuta ma riadattata ai nostri tempi pandemici: non ci sono band sul palco per il Sicurcaiv, cene affollate o presentazioni di libri scritti da artisti di rilievo. L’ultima volta che vi raccontavamo di quel luogo dagli ampi spazi vi parlavamo della scuola Team Marceddu Firenze Sud: era settembre 2020 e ci si allenava tra sacchi e arti marziali.

Oggi, sabato 8 Maggio 2021, la Casa del Popolo di Grassina ha inaugurato l’hub vaccinale coordinato dall’Azienda Sanitaria Toscana Centro con il supporto logistico del volontariato di associazioni quali Fratellanza Popolare di Grassina e Croce d’Oro (la capofila), Misericordia Antella e Croce Rossa di Bagno a Ripoli. Organizzazione, unione delle forze e compartecipazione. Oltre ad una velocità d’esecuzione necessaria per affrontare al meglio l’emergenza sanitaria in corso: due settimane fa il primo sopralluogo dell’Asl, in pochi giorni inizio e completamento dell’allestimento, oggi il “taglio del nastro”.

Nell’Hub grassinese, unico su Bagno a Ripoli al di fuori del polo ospedaliero OSMA e riferimento per tutta l’area del Chianti, si vaccineranno 900-1000 persone al giorno. Dalle 8 alle 22, no-stop, per tre turni avvicendati di volontari, infermieri, dottori. 
La prima a vaccinarsi, stamani, è stata la signora Sandra, 64 anni, di Bagno a Ripoli. 

 

Tutto calcolato nel minimo dettaglio, com’è opportuno che sia: si firmano i moduli della privacy, si attende il proprio turno per la somministrazione attualmente di Pfizer e Moderna. Cinque stand nei quali avviene la vaccinazione, è un attimo, si entra nella “casina bianca” e  puntura anti-covid fatta. Pochi passi per giungere alla postazione nel quale viene registrato l’avvenuto vaccino, infine i 15 minuti canonici di attesa post-operazione per sorvegliare le condizioni della persona. Arrivederci e alla seconda dose, già fissata sul calendario del cittadino. 

Presenti nel corso della mattinata il direttore generale della Ausl Toscana Centro Paolo Morello Marchese, il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, il sindaco di Bagno a Ripoli e presidente della Società della Salute Sud-Est Francesco Casini, i consiglieri regionali Massimilano Pescini e Benucci Cristiano, i sindaci del Chianti Alessio Calamandrei, David Baroncelli, Roberto Ciappi, l’assessore ripolese Francesco Pignotti, il presidente della Casa del Popolo Ferretti. Tra i volontari interni la struttura vaccinale, nel ruolo di supervisione e aiuto, anche il presidente del consiglio comunale di Bagno a Ripoli Francesco Conti. 

Per accedere all’Hub vaccinale alla Casa del Popolo, è consigliato l’ingresso sul lato di via Bikila, per usufruire dell’ampio parcheggio adiacente alla struttura. Altri luoghi di sosta nelle vicinanze possono essere reperiti lungo via Bikila, nel parcheggio della chiesa di San Michele a Tegolaia, in piazza Umberto I e nel parcheggio di via Costa al Rosso. L’ingresso all’interno dell’Hub è consentito solo alle persone che devono eseguire il vaccino, presente un filtraggio all’ingresso con la misurazione della temperatura. La sala d’attesa consta di circa 60 posti a sedere distanziati. Una volta effettuata la vaccinazione, gli utenti dovranno attendere 15 minuti nella sala di sorveglianza prima di andarsene. La gestione degli accessi e le attività anti-assembramento esterne alla struttura saranno gestite con l’ausilio delle associazioni di volontariato aderenti al sistema intercomunale, metropolitano e dell’area Chianti della Protezione civile.

Matteo Merciai

Precedente

Toscana, confermata la zona gialla: l’indice RT dell’ultima settimana. Speranza firma una nuova ordinanza!

Successivo

Grassina, l’appello della CdP per rifare il tetto: i commercianti lanciano una LOTTERIA