Ultime notizie

Greve, l’OSMA fa festa…doppia: “Covid-Free” e pensionamento del Dott. Cecconi, su i calici!

Bravi e anche belli!!!

Una serata all’insegna della leggerezza dopo mesi di professionalità, dedizione ed impegno totale riversati nell’emergenza Covid dal personale dell’Ospedale Santa Maria Annunziata, tra le eccellenze ospedaliere della Toscana. Anche nella pandemia, come hanno dimostrato risultati e livello di cura dei pazienti affetti da Coronavirus.

Ieri sera, domenica 5 Luglio, l’équipe dell’Unità operativa di Anestesia e Rianimazione, guidata dal Primario Dott. Vittorio Pavoni, si è riunita in Piazza Matteotti di Greve in Chianti per festeggiare il “Covid-free” dell’OSMA, ormai scevro da contagi al virus.

Dalla rianimazione… all’animazione, con il supporto di Franceskino Deejay a curare l’intrattenimento: il Salotto del Chianti, affollato da oltre 130 tra dottori, infermieri, operatori sanitari, si è trasformato per una sera nel reparto della spensieratezza, pretesto per lasciare alle spalle i momenti difficili di questo 2020 contrassegnato dal Covid.

Apparecchiati in piazza, la comitiva dell’OSMA in trasferta ha saggiato i piatti preparati dalle attività ristorative di Greve in Chianti, nel dettaglio:  i ristoranti Giovanni da Verrazzano, la Terrazza, Macelleria Falorni, la Bottega del Moro, Fuori Piazza, Il Portico, il Gallo Nero, il Caffè Le Logge, Caffè Lepanto. In cucina e in piazza a preparare e servire, con l’ausilio di camerieri volontari, i presenti.

Dunque il vino, offerto da Lamole di Lamole che per l’occasione ha preparato una bottiglia di Chianti Classico dedicata al personale ospedaliero: “Angeli & Eroi, a Tavola in piazza”.

A fare gli onori di casa, come di consueto, il Sindaco di Greve in Chianti Paolo Sottani: “E’ una serata speciale, grazie a tutti i presenti per le competenze dimostrate in questi mesi di inattesa emergenza sanitaria.”

 A suo fianco anche il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini, il sindaco di Impruneta Alessio Calamandrei, il sindaco di San Casciano Roberto Ciappi ed il vicesindaco di Barberino Tavarnelle Giacomo Trentanovi. Tutti insieme per rendere omaggio al lavoro impagabile di professionisti pronti e preparati a salvare vite, pur nell’imprevedibilità di una pandemia mondiale.

Casini, nello specifico, da Presidente della Conferenza dei sindaci dell’area fiorentina sud-est, è intervenuto informando della prossima apertura del nuovo Pronto Soccorso di Ponte a Niccheri, attivo dal 20 luglio con l’inaugurazione ufficiale fissata per il 28 dello stesso mese.

La serata è stata l’occasione, inoltre, di celebrare l’evento nell’evento ovvero il pensionamento del Dottor. Paolo Cecconi, applaudito ed abbracciato (in senso metaforico) dai colleghi di una vita.
“Buona pensione, rimani sempre nei nostri cuori”, è apparso su un “cartello giallo con una scritta nera”, proprio come riporta una nota canzona di Fabrizio De Andrè rivisitata per Paolo ed intonata dal palco della piazza.

Grazie al Dott. Pavoni e alla sua équipe, una semplice parola che ne racchiude molte altre.

Grazie al territorio per il supporto e la vicinanza dimostrata a chi, ogni giorno per tre mesi, ha dovuto indossare ingombranti “tute spaziali” per combattere il fuoco intrecciato del virus all’interno di celle isolate allestite per i contagiati.

Grazie all’amministrazione di Greve in Chianti, a ristoratori e commercianti grevigiani, organizzatori dell’iniziativa ed anima del borgo.

Precedente

Pontassieve, alla guida con un tasso alcolico 4 volte superiore al consentito e…

Successivo

Ribery, lo sfogo su Instagram dopo il furto: “La famiglia prima di tutto, valuteremo per il nostro bene”