Ultime notizie

Greve, la video-denuncia dei cittadini: “quartiere Camaldoli nel degrado più assoluto”

“Nel centro storico di Greve in Chianti, a due passi da piazza Matteotti, oltre ai problemi di viabilità e parcheggio il quartiere Camaldoli è nel degrado più assoluto e abbandonato a se stesso. Manto stradale pessimo, erba da tagliare e rifiuti. E questo nonostante più volte, in tanti anni, sia stato fatto presente il problema.”

Questo è il messaggio di denuncia che arriva direttamente dai cittadini di Greve in Chianti per segnalare la situazione di degrado che si registra in un’area adiacente alla piazza centrale del capoluogo grevigiano, il cosiddetto quartiere “Camaldoli”.

Insieme al messaggio viene allegato un video in cui appare chiara la situazione: una carreggiata “dipinta” da buche di varie dimensioni e scostamenti del manto stradale. Una situazione che può risultare un pericolo non solo per i passanti – nel video si vede chiaramente le difficoltà riscontrate, ad esempio, con un passeggino – ma anche per le vetture a due e quattro ruote. Tutto questo è accompagnato da una mancanza di cura urbanaerba alta e la ciliegina sulla torta: una cabina elettrica che viene normalmente utilizzata come discarica, un punto di raduno utilizzato per depositare rifiuti di vario genere

I cittadini da anni denunciano le condizioni ed i problemi del quartiere, ma invano. Nessuna risposta è infatti arrivata a questi ultimi, se non quella d’approvazione di un progetto che vede il rifacimento di una strada confinante – la quale, però, non corrisponde a quella mostrata nel video.

Capiamo i problemi di bilancio e le difficoltà che vive l’amministrazione” – spiegano i cittadini – “ma in questo caso parliamo di manutenzione ordinaria, per questo siamo arrivati al limite.” – e proseguono – “Questo non è un disagio solo per i cittadini: siamo a due passi dalla piazza centrale e molti turisti transitano a visitare questa parte del paese. Questo rischia di far sfigurare Greve in Chianti e chi la abita”.

L’appello della cittadinanza e degli abitati del quartiere è quindi rivolto all’amministrazione comunale nella speranza – per questa volta – di una risposta in merito.

Chiara Barlazzi

Nata nel 1998, sono una studentessa laureata in Scienze Politiche. Grandissima appassionata di comunicazione politica e giornalismo, la scrittura mi “culla” fin dalla più tenera età: è da sempre il modo migliore con cui mi esprimo con gli altri. Curiosa di scoprire e desiderosa di condividere, collaboro con Dai Colli Fiorentini per raccontare il territorio attraverso una penna o – come più spesso avviene – un vecchio caro portatile.

Precedente

Firenze “salva” dai festeggiamenti: grande euforia ma nessun grave danno nella serata della vittoria

Successivo

Prepara lo zaino, ecco 5 luoghi da visitare sull’Appennino Tosco – Emiliano!