Ultime notizie

Firenze, residenti di san Jacopino esasperati: furti in casa e auto danneggiate

E’ successo di tutto, nel weekend, nel quartiere fiorentino di San Jacopino. E’ quanto testimoniano immagini e racconti del presidente del C”omitato cittadini attivi” Simone Gianfaldoni.
 
“Questo fine settimana furti in appartamento e ormai gli immancabili danneggiamenti alle vetture in sosta”.
 
I cittadini del Quartiere san Jacopino sono esasperati: nella giornata di sabato un residente al rientro nel tardo pomeriggio è rimasto scioccato vedendo come era ridotto il  suo appartamento: non c’era angolo dell’abitazione che non fosse stato assaltato e messo a soqquadro. Il residente ha chiamato subito le Forze dell’Ordine che hanno consigliato quanto prima di andare a presentare denuncia.
 
In via Cassia altri cittadini hanno riscontrato sui portoni di casa o sui muri adiacenti dei segni scalfiti:incisioni che le bande lasciano dopo aver fatto il sopralluogo.
 
“Siamo soli cosa possiamo fare”, è il ritornello dei residenti, che sottolineano l’assenza di telecamere di sicurezza. Come affermato dal Comitato, “molti cittadini stanno pensando di mettere in preventivo una spesa per installare impianti di allarme nella propria abitazione”.

Ma non è finita qui: nella nottata fra sabato e domenica alcune auto sono state vandalizzate, ritrovate con il finestrino rotto, più precisamente in via Landini e via Benedetto Marcello. Anche qui ormai una situazione che va avanti da tempo senza soluzione, con i malcapitati che devono esborsare fior di soldi per riparare la vettura. La stessa sorte è toccata al cittadino colpito per la seconda volta in via Benedetto Marcello, con una spesa già di 300 euro da reiterare.

Spaccio indisturbato, vandalismo, degrado, furti, non rispetto delle regole. I cittadini chiedono altro: “Abbiamo bisogno di sicurezza e prevenzione con controlli giornalieri. Aiutateci.”


Redazione

Precedente

Pontassieve, sbanda lungo la variante: sradicato l’autovelox

Successivo

Le ricamatrici di Barberino Tavarnelle conquistano la vetrina fiorentina di “Artigianato e Palazzo”