Ultime notizie

Caporalato in provincia di Firenze: lavoro nero per raccolta olive, pagati 3,50 € all’ora

Sorpresi dalla guardia di finanza in provincia di Firenze mentre, alla guida di due pulmini, trasportavano braccianti stranieri che sarebbero stati destinati a lavorare al nero in alcune aziende agricole impegnate nella raccolta delle olive. Con questa accusa un 39enne del Pakistan e un 63enne italiano sono stati arrestati ieri in flagranza per il reato di caporalato.

I militari li hanno bloccati mentre erano alla guida dei mezzi, uno nel comune di Empoli e l’altro in quello di Montespertoli, in provincia di Firenze.

Sui pulmini erano presenti 15 cittadini stranieri, di nazionalità pakistana e senegalese. In base ai primi accertamenti, i braccianti erano costretti a turni di lavoro di 11 ore ed erano pagati 3,50 euro l’ora.

In alcuni casi sarebbero stati anche intimoriti con minacce e botte affinché non si rivolgessero alla polizia. Sempre in base a quanto appreso, venivano fatti alloggiare in due casolari abbandonati e fatiscenti, senza acqua né riscaldamento, in precarie condizioni igienico sanitarie e di sovraffollamento.

Matteo Merciai

Precedente

Tragedia a Scandicci: marito e moglie novantenni precipitano dal balcone, presunto suicidio

Successivo

Covid19, 24 Novembre: 151 contagi nell’Ausl Toscana Centro, ecco dove