Ultime notizie

Bonus idrico, in arrivo agevolazioni per i cittadini residenti nei Comuni dell’Unione

I Comuni dell’Unione del Chianti fiorentino hanno indetto il bando pubblico per il bonus sulle agevolazioni idriche del 2020. Fino al 15 settembre 2020 sarà possibile accedere al contributo che consente di ottenere un rimborso sulle spese sostenute relativo al consumo idrico del 2019. Vi possono partecipare i cittadini residenti nei Comuni di Barberino Tavarnelle, Greve in Chianti e San Casciano Val di Pesa.

Le domande devono essere compilate sui moduli predisposti dall’Unione Comunale del Chianti Fiorentino, complete di tutta la necessaria documentazione e presentate presso l’Ufficio Protocollo del Comune di residenza, o inviate via pec a unionechiantifiorentino@postacert.toscana.it.

I documenti richiesti sono la copia del documento di identità; la copia di permesso di soggiorno in corso di validità; la copia di una fattura relativa ai consumi idrici dell’anno 2019. Tra i requisiti richiesti il possesso di Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE), in coso di validità, del nucleo familiare, non superiore a euro15mila al lordo del bonus idrico nazionale, o, in alternativa, non superiore a euro 20mila, al lordo del bonus idrico nazionale, per i nuclei familiari numerosi composti da almeno 5 persone.

In caso di utenza condominiale/alloggi ERP, è necessaria l’eventuale dichiarazione dell’amministratore di condominio e copia di documento di identità dello stesso. Qualora l’indicatore ISEE sia pari a zero il cittadino è tenuto a presentare l’autocertificazione relativa alla fonte di sostentamento da parte del soggetto interessato o di chi presta l’aiuto economico. Ai beneficiari potrà essere erogato un rimborso nella misura massima dell’80% dell’importo relativo al consumo idrico relativo all’anno 2019, opportunamente documentato.

Entro ottobre 2020 all’albo dell’Unione comunale e dei singoli Comuni sarà pubblicata la graduatoria delle utenze ammesse al bonus, in forma anonima, in base al numero di protocollo assegnato. Dettagli, informazioni sul bando e appositi moduli per la presentazione della domanda sono disponibili su www.unionechiantifiorentino.it e le reti civiche dei singoli comuni.

Precedente

Coronavirus in Toscana, 24 Luglio: 11 nuovi casi e nessun decesso

Successivo

Fiorentina a Bagno a Ripoli? Il sindaco Casini: “Adesso avanti spediti per rendere la nuova Casa Viola una realtà”