Ultime notizie

Bentornata Pro Loco di Impruneta: una nuova sfida all’insegna di entusiasmo e paesanità

Articolo a firma di Elena Michelacci

Giovedì 2 dicembre, tra i cotti della Fornace Agresti di Impruneta, si è tenuta la presentazione della “rinascita” della Pro Loco del Paese. 

Nuova composizione, nuovi membri, nuove idee condivise dagli imprunetini presenti con i loggiati del Pellegrino, in piazza Buondelmonti, che saranno luogo strategico della rinata associazione:

“Con questa presentazione si riparte insieme dopo uno stop dovuto alla pandemia e alle dimissioni del precedente consiglio. Nel nuovo consiglio ci siamo dati l’obiettivo di fare da collante tra le associazioni e i commercianti, promuovere i prodotti e le tradizioni del territorio, poiché il nostro è un paese ricco di risorse da conoscere: paesaggi, enogastronomia, culture e tradizioni.”

Così ha aperto la serata il nuovo presidente, Andrea Giani, anche titolare della bottega di fiori “Il Girasole Blu”. Affianco a lui, in qualità di consiglieri ecco Sandra Bandinelli, Francesco Bianchi, Chiara Bonechi, Lara Fabbrizzi, Matteo Gasparri, Chiara Innocenti, Daniela Rossi, Emanuela Secci.

La ProLoco riparte con l’idea di coinvolgere i negozianti di Impruneta e le aziende agricole presenti nel territorio. Era presente infatti anche Alberto Torrini, in rappresentanza dell’azienda agricola Olmi Grossi, che ha sottolineato l’importanza di avere un intermediario tra la realtà delle aziende locali e il Comune, compito questo che spetterà alla ProLoco.

La collaborazione proposta dovrà avvenire sia online, attraverso la condivisione sui social, che offline, attraverso il passaparola, all’interno del territorio imprunetino ma anche al di fuori di esso.
Il nuovo consiglio sottolinea inoltre l’importanza di iniziativa da parte di tutti i compaesani, mettendo a disposizione una mail a cui inviare qualsiasi proposta di iniziative e eventi sul territorio: apsprolocoimpruneta@gmail.com

Nel corso della presentazione ha preso parola pure il Sindaco, Alessio Calamandrei, che ha posto il suo augurio al nuovo Consiglio e ha poi invitato gli imprunetini a continuare a mantenere alta l’attenzione per evitare nuove chiusure e restrizioni che impedirebbero la ripartenza economica e turistica.

La parola è passata poi a Mattioli del teatro Moderno al circolo ARCI di Tavarnuzze. Egli ha proposto maggiore coinvolgimento dei giovani, “vanno informati e predisposti alla ricezione. È importante una condivisione delle esperienze dei grandi e delle feste rinomate del paese ma è anche tanto importante dare ascolto al punto di vista delle nuove generazioni.“

A sottolineare la sinergia del territorio imprunetino erano inoltre presenti assessori comunali, commercianti e i presidenti dei quattro rioni.

“Dobbiamo puntare tutti insieme sulla qualità offrendo pacchetti e percorsi ben organizzati quando si propone una visita all’Impruneta.” – spiega Giani, e continua – “Cercheremo insieme di fare un passo avanti rispetto al passato, anche con l’aiuto dell’amministrazione. Il prossimo punto informativo che verrà aperto sotto i loggiati del Pellegrino darà visibilità al passaggio turistico. Abbiamo poi bisogno di tutti voi per realizzare percorsi culturali, enogastronomici e naturalistici e per creare un insieme produttivo che porti spessore alla vita imprunetina”.

Chiara Barlazzi

Nata nel 1998, sono una studentessa laureata in Scienze Politiche. Grandissima appassionata di comunicazione politica e giornalismo, la scrittura mi “culla” fin dalla più tenera età: è da sempre il modo migliore con cui mi esprimo con gli altri. Curiosa di scoprire e desiderosa di condividere, collaboro con Dai Colli Fiorentini per raccontare il territorio attraverso una penna o – come più spesso avviene – un vecchio caro portatile.

Precedente

Scandicci, riapre l’Hub Vaccinale: solo per terze dosi!

Successivo

Firenze, inaugurata la ruota panoramica: Nardella e Giani per il taglio del nastro