Ultime notizie

“Cerchiamo un infermiere”: l’annuncio della Pubblica Assistenza Tavarnuzze

Non è certo un buon momento per il lavoro. Molti settori, fortemente penalizzati dalla pandemia da Coronavirus si sono visti costretti a “mettere a casa” diversi lavoratori se non in alcune situazioni proprio tutti. Il settore sanitario invece ha visto la necessità di implementare gli organici a disposizione delle strutture.

Questo sta facendo la Pubblica Assistenza di Tavarnuzze ricercando un libero professionista per la propria attività di servizio infermieristico offerto alla comunità di Tavarnuzze e oltre.

Iniziato nel 2017 ed implementato nel 2019 in concomitanza alla creazione degli Studi di Medicina Generale che ospitano cinque dei sei medici di base di Tavarnuzze, è diventato un punto di riferimento per tutti coloro che ne hanno bisogno. Pertanto l’Associazione, per poter garantire una continuità in un momento così complesso, sta ricercando persone con laurea in Infermieristica, iscritte all’Albo e provviste di propria assicurazione. Non trattandosi di un bando vero e proprio, ma più una ricerca rivolta al territorio, la stessa resterà aperta fintanto che non verrà individuata la persona adatta.

Si tratta di un’ottima occasione sia per neolaureati, non essendo richiesta una specifica esperienza, sia e sopratutto perché l’infermiere scelta/o farà parte di un progetto di più ampio respiro che prevede la collaborazione con tutta una serie di attività erogate dall’Associazione.

Il curriculum e la propria candidatura è presentabile di persona, presso gli Studi Medici Specialistici dal Lunedì al Venerdì dalle 14.30 alle 18.30 oppure inviando una mail con gli allegati richiesti (indicati sopra) all’indirizzo p.a.tavarnuzze@virgilio.it

Federico Giuliani

Inguaribile calciofilo, cerco di trasmettere la passione per questo sport attraverso ogni articolo ed ogni scatto fotografico.

Precedente

L’urlo delle Brigate Rossoverdi: “In un mondo in pandemia…questo è calcio è follia. Stop Serie D!”

Successivo

Volontariato in festa, Bagno a Ripoli premia le associazioni del territorio in prima linea nell’emergenza